Oracle Origami

For unreadable books – Per libri illeggibili

Paints on paper, 2017

ITA

Questo libro può strutturarsi  in varie forme:  del tutto aperto, chiuso a quadrato da aprire , aperto ai quattro angoli come un insetto sospeso sulle zampe.  Chiudendosi  in  un modo preciso, forma un origami teller, un libro parlante – un gioco di carta  diffuso tra i bambini negli anni ’60-’70.

Lo si faceva con fogli di quaderno e  si potevano avere delle risposte: pensavi una domanda segreta e la tua amica o il tuo amico muoveva i quattro angoli x tante volte quanto quel numero – poi  toccavi un lembo dei quattro che si presentavano e sollevandolo trovavi il tuo responso scritto.

(per vedere come si muove clicca qui)

In questa versione occorrerà, dopo la domanda segreta, sorteggiare per sei volte e scegliere ogni volta tra le quattro caselle;  così usciranno 6 simboli Ching che andranno a formare il responso.

Ho voluto fare un libro la cui  lettura/ responso varia nelle sue molteplici combinazioni,  riprendere quel senso di vaticinio, ma con un più antico e interculturale oracolo: quello dei Ching. I Ching usano i simboli degli elementi primari cui sto lavorando in pittura e che in una combinazione di otto  simboli in sei sequenze casuali danno responsi diversi. Tali responsi sono dinamici ovvero in una prima parte danno lo stato delle cose o il loro futuro manifestarsi e nella seconda mostrano il loro divenire e superamento – una modalità di vaticinio antica, filosofica e interessante.

Il libro è dipinto con i colori primari tanto amati ed usati da Munari e porta al suo interno il simbolo dello YN e dello YAN – come una segreta e dinamica conclusione del suo senso.