Un pò per gioco ho iniziato a guardare a queste importanti e autorevoli parole, raggirandole e interpretandole in modo irriverente per vedere cosa hanno significato per le donne.

La parola Cultura ,declinata al femminile, mi  ha fatto riflettere sulla cultura della nascita, alla non cultura del parto e agli ospedali che decenni fa mettevano stecche alle gambe dei neonati perchè crescessero dritte.

Casa, tecnica mista su carta, 70 x 50 cm
Chiesa, tecnica mista su carta, 70x50 cm
Cura, tecnica mista su carta, 70x50 cm
Cultura, tecnica mista su carta, 70x50 cm

La parola Cura mi ha ricordato l’antica pratica collettiva delle cure termali delle donne romane e musulmane, mentre nel linguaggio comune  contemporaneo ha una valenza opposta: cura come accudire.

La parola Casa mi fa pensare che le donne talvolta vorrebbero lanciarla in cielo e alleggerirsene.. e infine Chiesa dove la casa è santificata e la Madonna porta la verginità come un vessillo.

Casa&Chiesa, smalto su tavola, 50x70 cm, 2002